1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Usa: disoccupazione ai minimi dall’aprile 2009, continuano però a deludere le payrolls -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Scende ai minimi dall’aprile 2009 la disoccupazione statunitense, ma la creazione di posti di lavoro continua a deludere le attese. Il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti ha reso noto che a gennaio sono stati creati negli Stati Uniti 36 mila nuovi posti di lavoro. Il consensus era +146 mila. Si tratta del livello di creazione di posti di lavoro più debole degli ultimi 4 mesi. Il range delle stime raccolte da Bloomberg andava da un minimo di +5mila a un massimo di +230mila posti di lavoro. Deboli payrolls parzialmente compensate dalla revisione al rialzo dei dati dei due mesi precedenti: il dato di dicembre è stato rivisto al rialzo a +121mila dalle +103mila annunciate in precedenza; rivisto al rialzo anche quello di novembre (+93 mila dalle +71mila precedentemente annunciate).

A sorprendere in positivo è stato il netto calo del tasso di disoccupazione, sceso al 9%, minimi dall’aprile 2009. Il tasso di disoccupazione era atteso al 9,5% dal 9,4 per cento del mese precedente. Diminuzione che, alla luce della debole creazione di posti di lavoro, riflette anche l’aumento degli “sfiduciati”, ossia il calo delle persone in cerca di lavoro. Nel dettaglio a gennaio si è registrato un forte calo del numero di disoccupati (-590 mila), con il totale della forza lavoro sceso di 162mila unità e che ha contribuito al calo del tasso di disoccupazione insieme alla revisione al rialzo delle payrolls di novembre e dicembre.