Usa: Buffett, il problema non è il debito, è il Congresso

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 22/01/2013 - 08:51
Il debito federale non rappresenta un problema in sé. Parola del guru Warren Buffett che nel corso di un'intervista alla Cbs ha dichiarato che "non è positivo che il debito cresca in relazione al Pil, è necessario che sia stabilizzato, ma il debito in sé non rappresenta un problema". Secondo il Ceo della Berkshire Hathaway il problema degli Stati Uniti è politico. "535 persone non ne rovineranno 315 milioni, ne sono certo". "Quello che è giusto per l'America sovrasterà ciò che è sbagliato a Washington". L'attuale debito, ha rilevato il guru di Omaha, "in relazione al Pil è inferiore al dato post-seconda guerra mondiale". "In un Paese da 50 mila dollari di Pil procapite nessuno dovrebbe essere affamato, a nessuno dovrebbe essere negata una buona educazione e l'assistenza medica e nessuno dovrebbe preoccupato della propria età".
COMMENTA LA NOTIZIA