Usa: avanza ipotesi di un maxi taglio da parte della Fed

Inviato da Redazione il Lun, 27/10/2008 - 08:23
Tagli, aiuti e crolli. Questi ultimi da scongiurare. Sono le tre parole chiave con cui si apre la settimana dei mercati. Tagli alla produzione di petrolio e ai tassi di interesse Usa. Aiuti alle banche e agli Stati in difficoltà. I primi elargiti dai governi, i secondi dal Fondo monetario internazionale. E crolli, quelli delle Borse, che nessuno vorrebbe vedere, ma che fino a venerdì erano lì a testimoniare che il mercato è fuori controllo e che l'economia, quella statunitense in particolare, sta andando dritta verso la recessione. E' per questo che l'Opec, dopo aver tagliato venerdì la produzione di greggio di 1,5 milioni di barili al giorno in una riunione straordinaria a Vienna, potrebbe fare altrettanto nelle prossime settimane. E non sarebbe l'unica manovra in dirittura d'arrivo. E' dato per certo anche un taglio dei tassi Usa mercoledì. Taglio in qualche modo "annunciato" perché già l'8 ottobre, quando i tassi furono portati all'1,5 per cento, la Fed aveva fatto intendere che se non fosse bastato, ci sarebbe stato un nuovo intervento.
COMMENTA LA NOTIZIA