1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Usa: atteso rimbalzo del Pil nel secondo trimestre (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Gli indici regionali relativi il sentiment dei direttori degli acquisti del manifatturiero rilasciati nelle ultime sedute hanno generalmente fornito indicazioni incoraggianti: i nuovi ordini sono a buoni livelli, l’occupazione è in aumento e la view complessiva segnala un crescente ottimismo”. È quanto rileva James Knightley di Ing.

L’esperto stima una forte crescita del Pil a stelle e strisce nel secondo trimestre. “Parte di questa crescita è la conseguenza della debolezza innescata dalle condizioni meteo del Q1 […] ma un Ism sopra quota 55 (il dato sarà diffuso oggi alle 16, ndr) è compatibile con un incremento del Pil del 3,5%”. “Con indicatori che segnalano un rafforzamento della domanda e della fiducia che arrivano con una certa frequenza, ci attendiamo un forte rimbalzo del Pil nel secondo trimestre”.

Un rafforzamento del Pil associato con un incremento dell’inflazione è destinato, secondo Knightley, a far terminare il tapering (e quindi il quantitative easing) “a ottobre, con il primo incremento dei tassi ad aprile del prossimo anno”. Con la Bce ancora alla prese con politiche espansive, “stimiamo l’eurodollaro a 1,28 entro fine anno”.