Us: indice Ism non manifatturiero inferiore alle attese degli analisti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuovo calo dell’indice Ism non manifatturiero statunitense che a febbraio è sceso a 54,3 punti rispetto ai 59 punti della lettura precedente. Il dato è peggiore rispetto al consensus degli analisti che si attendevano un calo meno marcato in area 57,3 punti. Analizzando le singole componenti si nota come l’indice dei nuovi ordini scende al 54,8% dal 55,4% del mese precedente, mentre l’indice occupazione sale al 52,2% dal 51,7%. L’indice prezzi pagati, infine, scende al 53,8% dal 55,2% del mese precedente.

Commenti dei Lettori
News Correlate
BANCHE CENTRALI

Zona Euro: salgono le probabilità di una stretta a marzo 2018

L’allentamento delle tensioni innescato dal risultato del primo turno delle elezioni francesi spinge le probabilità di un incremento dei tassi di Eurolandia a marzo 2018. Secondo le indicazioni in arrivo dai tassi EONIA (Euro OverNight Index Average)…

MACRO

Regno Unito: +1,3% per l’indice Rightmove di aprile

Ad aprile l’indice che misura i prezzi della abitazioni del Regno Unito elaborato da Rightmove ha segnato un incremento mensile dell’1,1%. Nella precedente rilevazione il dato era salito dell’1,3%.

MACRO

Germania: indice IFO sale più del previsto ad aprile

Nel mese di aprile l’indice tedesco IFO, elaborato su un campione di 7 mila operatori economici della prima economia europea, si è attestato a 112,9 punti. Il dato precedente era stato pari a 112,3 punti e gli analisti avevano stimato 112,4.