1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Us: Capitalia, dato Pil non modifica scenario e Fed continuera’ rialzo tassi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La crescita americana nel quarto trimestre 2004 è stata inferiore alle attese ma non talmente da modificare il giudizio di fondo sull’economia a stelle e strisce, che resta positivo e con buone prospettive. A pensarla così è l’economista dell’ufficio studi di Capitalia Alessandra Balbo, che giustifica il dato (+3,1%) principalmente con il peggioramento delle esportazioni americane, specchio di un peggioramento del deficit commerciale se si considera che le importazioni americane sono cresciute del 9% su base annua. “La domanda interna si conferma invece solida” specifica la Balbo “Sul fronte consumi infatti il rallentamento è stato del tutto marginale (+4,6% da +5,1% del terzo trimestre), nonostante la minore vivacità della spesa in beni durevoli; e lo stesso è accaduto per gli investimenti industriali che sono cresciuti di un solido +10,3% (tim/trim annualizzato) dal 13% dello scorso trimestre”. Recupera ancora l’inflazione, salita per il dato core all’1,6% dallo 0,9% del trimestre precedente. “Un dato, questo, che avalla le previsioni di coloro che pensano che il prossimo 2 febbraio la Federal Reserve andrà avanti nel suo cammino di rialzo dei tassi con una manovra da 0,25% così come fatto finora. Bce e Boe manterranno invece tassi stabili per un lungo periodo di tempo (con qualche residua possibilità di rialzo per Boe) e il decoupling tra tassi europei e tassi americani, soprattutto sulla parte più a breve termine della curva dei rendimenti, dovrebbe rimanere un tema importante per buona parte dell’anno. In tutto questo scenario il dollaro, che ha recuperato leggermente rispetto all’euro nella prima parte dell’anno, dovrebbe entrare in una fase di consolidamento funzionale ad una nuova accelerazione della
tendenza di fondo, che resta ribassista per la valuta americana.