1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Uncategorized ›› 

Uragano Irma e Corea fanno meno paura, Borse Ue in corsa. Ritraccia l’euro

Primi scorci di ottava con mercati intonati al rialzo sulle minori tensioni sul fronte Corea del Nord e i danni minori del previsto dell’uragano Irma in Florida

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Niente ulteriori tensioni dalla Corea del Nord e meno danni del previsto dall’uragano Irma. Sono i due driver odierni sui mercati che fanno respirare i mercati. Le Borse europee hanno così aperto la giornata sotto il segno dei rialzi. In avvio l’indice Ftse Mib segna un progresso dello 0,78% a 21.945 punti. Sulla stessa lunghezza d’onda il Dax (+0,76%) e il Cac 40 (+0,77%).

A spingere gli acquisti sono le notizie in arrivo dagli Stati Uniti con il passaggio dell’uragano Irma in Florida che ha comportato al momento danni inferiori alle previsioni. Dopo aver devastato i Caraibi, l’uragano Irma ha perso potenza e il Centro uragani nazionale statunitense lo ha declassato a categoria 1 con venti fino a un massimo di 136 chilometri l’ora. Il passaggio di Irma ha comunque comportato enormi disagi con oltre 3,3 milioni di persone rimaste senza elettricità in Florida.

Dollaro in recupero

A dare slancio all’equity c’è anche l’affievolirsi delle tensioni sul fronte Corea del Nord. Durante i festeggiamenti per la sua indipendenza, il paese asiatico non ha fatto ricorso a ulteriori test missilistici o nucleari.

Sul valutario la reazione a questi sviluppi è stata una parziale risalita del dollaro statunitense. Il recupero, già iniziato venerdì pomeriggio, prosegue questa mattina con cross euro/dollaro a ridosso di 1,20 rispetto al picco a 1,2092 (massimo da gennaio 2015) toccato venerdì mattina. Un importante twst per il biglietto verde ci sarà giovedì con l’inflazione di agosto, attesa in lieve aumento. “Il dato è importante perché è dalla dinamica dell’inflazione che la Fed farà dipendere la decisione se alzare ancora o meno i tassi quest’anno”, rimarcano gli esperti di Intesa Sanpaolo. Senza dimenticare che settimana prossima ci sarà la riunione del FOMC, che farà luce sulle intenzioni della Fed sul fronte tassi.

A Piazza Affari tra i migliori titoli spiccano Unipol (+4,4%) che festeggia la promozione a outperform decisa da Mediobanca. Bene anche Buzzi Unicem (+1,9% su cui Barclays ha avviato la copertura con overweight.