1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Uno sguardo al mondo assicurativo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A meno di un mese dell’entrata in vigore del risarcimento diretto che ha ribaltato le procedure Rc auto, ci si domanda in che direzione andrà il mondo delle assicurazioni. L’Osservatorio di DataBank ha parlato di questo argomento nell’incontro dal tema “Il mercato assicurativo Rc auto: comportamento d’acquisto, aspettative, soddisfazione dei clienti”, che ha scrutato i comportamenti d’acquisto dei clienti Rc auto. Un rapporto realizzato su un campione di oltre 4.000 clienti Rc auto rappresentativo dell’universo a livello nazionale.


I dati raccolti nel 2006 dal gruppo, che analizza costantemente da oltre dieci anni le tendenze evolutive del mercato assicurativo Rc auto, hanno messo in evidenza come la quota di “infedeli”, coloro cioè che passano da una compagnia all’altra, sia in calo. Diminuisce, in modo coerente con il dato precedente, anche il numero di coloro che hanno intenzione di lasciare la propria compagnia in concomitanza con la prima scadenza annuale della polizza. Inoltre, il 2006 è stato anche contrassegnato dall’aumento dell’attività commerciale “proattiva” delle compagnie verso i non clienti. Un rapporto che ha messo in evidenza come l’espansione delle compagnie dirette, quelle che vendono solo via Internet o call center, sia in una fase di rallentamento dopo il boom che le ha viste protagoniste negli anni scorsi. Infine, rimane costante il livello di soddisfazione complessiva manifestato dai clienti. Secondo Nicla Fiore, direttore commerciale di Databank, dalla ricerca è emerso un rafforzamento dell’immagine delle compagnie che puntano alla fidelizzazione del cliente, peraltro in aumento per le compagnie leader.

Gli spunti di riflessione non sono mancati. Il mercato assicurativo italiano continua a essere “ingessato”, con un 50% di clienti soddisfatto e un altro 50% rassegnato, incapace dunque di trovare le motivazioni sufficienti per passare a una nuova compagnia in grado di fornirgli servizi migliori o comunque più vicini alle sue esigenze. Su questo argomento cerca di diradare qualche nube il direttore operativo ricerche di mercato di Databank, Diego Girelli: “Questa situazione di mercato ‘ingessato’ probabilmente muterà in modo significativo con l’introduzione dell’indennizzo diretto da parte delle compagnie”. Girelli ha aggiunto che con questa novità le compagnie effettivamente ‘migliori’ emergeranno maggiormente e i clienti di conseguenza dovrebbero essere più motivati a cercarsi sul mercato una compagnia migliore della propria”.