Unipol, la tenuta dei supporti dinamici fornisce prospettive d'acquisto

Inviato da Riccardo Designori il Mer, 25/05/2011 - 15:06
Quotazione: UNIPOL
Dopo 8 sedute univocamente rosse, quest'oggi Unipol prova a rialzare la testa. Il movimento ribassista intrapreso dallo scorso 29 aprile, giorno in cui era stato toccato un top intraday a 0,5565 euro, ha infatti riportato le quotazioni del gruppo finanziario in prossimità dei supporti dinamici offerti dalla trendline ribassista tracciata con i top decrescenti dell'8 e del 18 febbraio. La trend in questione era stata violata al rialzo in occasione della seduta del 25 marzo. L'importanza della linea di tendenza è emersa chiaramente in occasione del violento sell off che ha contraddistinto le contrattazioni lo scorso 18 maggio: in quell'occasione il low intraday, di una candela con una lunga shadow, si appoggio esattamente sulla trend prima di essere rigettato con violenza. Considerando questo elemento tecnico e la vicinanza con i minimi storici segnati lo scorso 30 novembre a 0,439 euro, è lecito implementare una strategia long dall'interessante rapporto rischio/rendimento. Acquisti a 0,4617 euro, con stop in caso di chiusure di seduta sotto 0,435 euro, hanno come primo target un nuovo test delle resistenze statiche a 0,535 euro mentre il secondo obiettivo, ambizioso, è 0,643 euro. Tale target si inserisce in un contesto che considera l'attuale area di scambio come il secondo minimo di una figura ancora in costruzione, denominata appunto doppio minimo.
COMMENTA LA NOTIZIA