Unipol-Fonsai: per lo SNA a rischio oltre 3.500 lavoratori

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La fusione tra Unipol e FonSai potrebbe mettere in pericolo più di 3.500 posti di lavoro. Lo spiega lo SNA, il Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazione, in un comunicato stampa. “L’operazione Unipol-FonSai – dichiara nella nota Claudio Demozzi, presidente nazionale dello SNA -sta togliendo il sonno a moltissimi operatori del settore e riceviamo quotidianamente notizie di agenti revocati dal gruppo FonSai e abbandonati al loro destino. Parliamo di svariate centinaia di agenzie, che potrebbero chiudere entro l’anno, con oltre 3.500 posti di lavoro a rischio”.