1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Unipol: AbaxBank, dovrebbe essere la volta buona per lanciare l’Opa Bnl

QUOTAZIONI Unipol
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Dovrebbe essere la volta buona”. Esordiscono così gli analisti di Abaxbank nella nota uscita oggi e raccolta da Finanza.com sulla saga Bnl-Unipol. “Il cda ha dato ufficialmente mandato a Giovanni Consorte di concludere le trattative con il contropatto per l’acquisto del 27,49% del capitale della banca, ad un prezzo che dovrebbe aggirarsi sui 2,70 euro. Il prezzo dell’Opa obbligatoria che seguirebbe, conseguentemente, sarebbe di circa 2,50 euro in contanti, ovvero in linea con quanto il valore offerto dal Bbva”, ripercorrono le ultime tappe gli esperti. “La compagnia starebbe organizzando una cordata su cui spalmare il 27% che rileverà, mantenendo un’opzione di riacquisto. Lo scopo sarebbe di evitare un eccessivo indebolimento patrimoniale che, sulla base delle nuove regole UE sui conglomerati finanziari, richiederebbe un grosso rafforzamento”, aggiungono. In effetti già c’è in cantiere un aumento di capitale da 2,2 miliardi di euro. “Gli alleati per la scalata potrebbero essere Hopa, esponenti della lega delle Cooperative, Carige, la Banca Popolare Vicentina e BPER. Il supporto finanziario all’offerta che seguirà dovrebbe invece essere garantito da un pool di banche estere e italiane: Csfb, Deutsche Bank, Nomura, Dresdner”, spiegano ancora ad AbaxBank. La partita Bnl si annuncia comunque tutt’altro che a senso unico. “Nel frattempo, la Banca d’Italia ha dato la propria autorizzazione al Bbva di salire fino al 30% e ad Unipol di arrivare fino al 15%”, concludono gli analisti.