1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Unipol: +149% per l’utile netto stand alone al 30 settembre

QUOTAZIONI Unipol
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Unipol Gruppo Finanziario ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 30 settembre che, a seguito dell’acquisizione effettuata nello scorso luglio, include i risultati consolidati relativi il terzo trimestre del Gruppo Premafin/Fondiaria-Sai. “Siamo agli inizi – ha dichiarato l’Amministratore Delegato Carlo Cimbri- del complesso lavoro di integrazione con il Gruppo Fondiaria-Sai, nel quale il Gruppo Unipol ripone importanti aspettative e per il quale riteniamo siano state impostate le corrette basi industriali”.

L’utile della Grande Unipol a 146 mln
Il Gruppo Unipol stand alone chiude i primi nove mesi del 2012 con un risultato consolidato pari a 181 milioni di euro, quasi il 150% in più rispetto ai 72 milioni di euro realizzati nell’analogo periodo dell’anno precedente. Segno meno invece per Premafin/Fondiaria-Sai, che ha terminato il terzo trimestre (quello di competenza di Unipol) con una perdita di 81 milioni di euro, ai quali sono state apportate rettifiche di consolidamento positive per 46 milioni di euro. Pertanto, il risultato consolidato della “Grande Unipol” è pari a 146 milioni di euro.

La raccolta diretta premi danni del Gruppo Unipol ammonta a 3.004 milioni, il 2,2% in meno rispetto al 30 settembre 2011, mentre quella del ramo vita è cresciuta del 4,7% a 1.918 milioni. FonSai ha visto il primo dato scendere a 4.700 milioni (-7,6%) mentre il secondo è risultato pari a 2.549 milioni (-22,3%). Il margine di solvibilità è pari a circa 1,6 volte i requisiti regolamentari.

“Pur in un contesto di mercato che permane incerto e complesso, le politiche di gestione industriale adottate in questi anni stanno portando risultati soddisfacenti, in linea con gli obiettivi del Piano Industriale 2010-2012“, ha detto Cimbri.