Unimpresa: a rischio bonus 80 euro con buste paga di maggio

Inviato da Riccardo Designori il Mer, 09/04/2014 - 19:28
Lo slittamento al 18 aprile deciso dal governo per l'approvazione del decreto fiscale mette a rischio lo sconto Irpef da 80 euro con le buste paga di maggio. Questo il pensiero di Unimpresa, secondo cui per procedere all'adeguamento dei sistemi informativi e delle procedure avevamo chiesto al governo di varare il provvedimento entro venerdì 11 aprile.

"A questo punto non è più possibile garantire che l'aumento possa essere inserito nei cedolini del prossimo mese", fanno notare da Unimpresa, evidenziando come "l'operazione è complessa e lo slittamento a giugno potrebbe essere inevitabile".

Il progetto del Governo targato Matteo Renzi di assicurare a partire dal prossimo mese sgravi tributari per i lavoratori con reddito da 8mila a 25mila euro coinvolge infatti diversi protanonisti. Per capire quanto è complessa ed articolata l'operazione è articolata, l'Associazione ricorda come a essere coinvolte siano software house, consulenti del lavoro e aziende". A livello prettamente numerico si tratta complessivamente di milioni di soggetti coinvolti.

Secondo Unimpresa "la sola rapidità nell'approvare il provvedimento d'urgenza, peraltro, potrebbe non essere stata sufficiente: servono norme chiare e dettagliate, scritte in modo tale da non richiedere interpretazioni amministrative da parte dell'agenzia delle Entrate".

Bisogna insomma evitare di aggiungere altri passaggi burocratici e normativi: solo così le software house che gestiscono le piattaforme che elaborano i libri paga avrebbero la possibilità di apportare i necessari aggiornamenti, di testarli e poi trasmetterli agli studi di consulenza o alle aziende.

"A loro volta gli operatori dovranno apportare nei loro sistemi gestionali le relative variazioni alle anagrafiche dei lavoratori e installare gli aggiornamenti sugli applicativi informatici che elaborano i cedolini".
COMMENTA LA NOTIZIA