Unicredit: scattano le prese di beneficio, da risolvere la questione polacca

Inviato da Redazione il Ven, 23/12/2005 - 12:46
Quotazione: UNICREDIT GROUP
Viaggia sui minimi intraday il titolo Unicredit che paga dazio dopo il rally che lo ha visto protagonista nelle ultime settimane (+28% circa negli ultimi 2 mesi). Al giro di boa di seduta il titolo dell'istituto di piazza Cordusio lascia sul terreno oltre 2 punti percentuali a 5,715 euro. Alla vigilia il titolo aveva toccato i nuovi massimi annui chiudendo a un passo da quota 5,80, mentre stamane ha toccato i massimi annui intraday a 5,88 euro. Il suo numero uno Alessandro Profumo ha dichiarato in un'intervista l'intenzione far diventare Unicredit leader europeo nell'investment banking "valorizzando la base della clientela attuale e creando uno strumento che faciliterà le aggregazioni cross-border delle imprese". Problemi in Polonia, con il ministero del Tesoro polacco che ha detto che Unicredit dovrà cedere la banca polacca Bph, controllata dalla tedesca Hvb. Il motivo è che quando nel 1999 Unicredit comprò dal governo polacco la maggioranza di Bank Pekao, si impegnò a non fare altre acquisizioni sul mercato polacco. Infine sul fronte cessione di Custodian Business, società che custodisce i titoli per clienti istituzionali, che dovrebbe andare a SocGen, il prezzo di vendita dovrebbe attestarsi sotto quota 600 milioni di euro, mentre le indiscrezioni di ieri parlavano di 650 milioni.
COMMENTA LA NOTIZIA