Unicredit: rivedrà obiettivi del piano per difficile contesto macro

Inviato da Flavia Scarano il Ven, 15/03/2013 - 15:26
Quotazione: UNICREDIT GROUP
Unicredit, "considerate le attuali difficoltà del contesto macroeconomico", ha annunciato che rivedrà gli obiettivi finanziari previsti dal piano strategico, "pur confermando le iniziative ad esso sottostanti". Le prospettive del 2013, spiega Piazza Cordusio riflettono questo nuovo scenario.

In particolare, prevedendo per tutto il 2013 tassi d'interesse a un livello persistentemente basso, una scarsità nella domanda di finanziamenti e il costo dei nuovi finanziamenti wholesale superiore al costo dei finanziamenti in scadenza, la banca milanese si attende per il margine d'interesse una tendenza al ribasso rispetto al 2012. Questa tendenza potrebbe essere compensata dalle attività di repricing e di rimodulazione.

Per quanto riguarda i costi, Unicredit ha messo in campo nuove iniziative di cost management con l'obiettivo minimo di confermare i costi 2012, nonostante gli investimenti in programma per la conformità regolamentare e investimenti per il business.

Inoltre, l'istituto di credito prevede che gli accantonamenti dovrebbero diminuire leggermente nel 2013 rispetto al 2012, grazie al miglioramento prudenziale della copertura effettuato nel quarto trimestre.

la banca infine fa sapere di conservare una solida posizione patrimoniale, con un CT1 Ratio a fine 2012 secondo Basilea 2,5 pari al 10,84% e un CET 1 del 9,2% secondo le nuove regole di Basilea 3. Per il 2013 si conferma un livello minimo CET 1 del 9%.
COMMENTA LA NOTIZIA