1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Unicredit, qualcuno dei soci tedeschi potrebbe fare marcia indietro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A spiegare il forte calo in Borsa del titolo Unicredit nel primo trimestre dell’anno in corso (l’azione di Piazza Cordusio a Piazza Affari si è lasciata alle spalle circa il 25% contro il calo di quasi il 17% dell’indice settoriale EuroStoxx Banks), oltre che le turbolenze dei mercati e l’ondata di vendite sui finanziari, ci potrebbe essere anche una motivazione specifica. Secondo quanto risulta a Finanza.com, infatti, un azionista di peso di Piazza Cordusio nei primi tre mesi dell’anno avrebbe dato il via alle vendite, al fine di ridurre la propria partecipazione se non addirittura di uscire del tutto dall’azionariato. I nomi che circolano con più insistenza sono quelli dei soci tedeschi: Allianz Se, che ha in mano il 2,39% di Unicredit, Muniche Re, che ha il 3,75% del gruppo capitanato da Alessandro Profumo, e Hamburg Mannheimer, che, nell’ambito della quota che fa capo a Munich Re, controlla la banca italiana con una partecipazione dell’1,24%. Contattato da Finanza.com, nessuno dei tre soci tedeschi ha ancora fatto sapere nulla sulla questione. Hamburg Mannheimer, in particolare, ha detto di non essere stata avvisata di alcun movimento di questo tipo. La Consob, nei prossimi giorni, alla sezione del suo sito dedicata agli aggiornamenti sulle partecipazioni rilevanti nelle società quotate, potrà fare luce sulla questione.