1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Unicredit: Profumo, allargamento spread continua ad avere impatti negativi su Mib

QUOTAZIONI Unicredit
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La divisione di Unicredit Market & investment banking (Mib) ha fatto segnare nel 2007 un peggioramento delle total return revenues pari al 33%, dai 2,212 miliardi del 2006 agli 1,472 miliardi dello scorso anno. L’allargamento dello spread ha avuto un impatto sul portafoglio di Abs diversificato e di alta qualità stimabile in 15,8 miliardi di euro. Per quanto concerne il credito strutturato e la voce “mark to market”, il rosso nell’ultimo trimestre dello scorso anno è passato a 277 milioni dalla perdita di 282 milioni dei tre mesi precedenti. “Mib – ha detto l’a.d. di Unicredit Alessandro Profumo, in occasione della presentazione agli analisti in svolgimento a Londra – è stata colpita dalle turbolenze di mercato, soprattutto nella seconda metà dell’anno. L’allargamento dello spread continua ad avere impatti negativi ma non chiedetemi di quantificarli. Se fossi capace di prevederne l’andamento sarei l’uomo più ricco del mondo, ma non ho la palla di cristallo”. E ancora: “Il peggioramento del mark to market è unicamente legato all’argamento dello spread. Se questo si ridurrà ovviamente il dato migliorerà”.