1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Unicredit pensa all’espansione nell’Est Europa, Ghizzoni assicura il dividendo -1-

QUOTAZIONI Unicredit
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Unicredit riprenderà l’espansione in termini di sportelli in alcuni “paesi selezionati” dell’Europa Centro-Orientale. E’ questa la strategia dell’istituto di piazza Cordusio che emerge dalla presentazione con gli analisti a Londra dell’amministratore delegato, Federico Ghizzoni. Turchia e Romania sono i Paesi nel mirino. Sulle rive del Bosforo Unicredit è già presente tramite Yapi Kredi, una joint venture con il gruppo Koc, mentre in Romania opera attraverso la controllata Unicredit Tiriac Bank. “Siamo leader nell’Europa Centro-Orientale e il 72% dei ricavi dell’area li facciamo in cinque Paesi: Polonia, Turchia, Russia, Croazia e Repubblica Ceca”, ha dichiarato Ghizzoni aggiungendo che quest’area “ha registrato risultati positivi nel controllo dei costi con una forte capacità di assorbire le perdite”.

Il rafforzamento nell’Europa Centro-Orientale passerà attraverso l’apertura di 900 nuovi sportelli, mentre Federico Ghizzoni ha scacciato le indiscrezioni delle ultime settimane che parlavano di possibili dismissioni, in particolare del business in Kazakistan. “In Kazakistan siamo impegnati nella ristrutturazione che sarà terminata durante il prossimo anno e le attività nel Paese non sono in vendita”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Unicredit parlando con gli analisti a Londra.