Unicredit: obiettivo controllo dei costi, prevista riduzione personale del 5%

Inviato da Daniela La Cava il Mer, 05/07/2006 - 09:25
Quotazione: UNICREDIT GROUP
Unicredit ha approvato il piano 2005-2008 e ha una chiara mission in testa: il controllo dei costi. Sotto la lente d'ingrandimento dell'istituto milanese, in particolar modo, il rapporto fra costi e ricavi in riduzione a circa 52% nel 2008 (60,7% nel 2005). La previsione è resa possibile grazie ad un miglioramento dell'efficienza in tutte le divisioni ed al conseguimento delle sinergie di costo di 900 milioni al 2008. Il secondo passo della banca di Piazza Cordusio è il miglioramento della redditività dell'attivo(ricavi totali su attivo medio ponderato per il rischio) di circa 50 punti base (da 5,2% nel 2005 a circa 5,7% nel 2008). Ma l'Obiettivo principe del piano 2005-2008 è il significativo controllo dei costi, reso possibile anche alla realizzazione delle sinergie derivanti dall'integrazione con il Gruppo HVB. UniCredit ha previsto un incremento dei costi pari a circa il 3% composto annuo nel periodo 2005-2008. Tale risultato si potrà realizzare grazie alla stabilizzazione dei costi indiretti, pari a circa 3,8 miliardi di euro al 2005. Il tutto sarà reso possibile attraverso la centralizzazione delle attività di back office delle banche,la creazione di una piattaforma IT comune, la ridefinizione dei processi ed alla standardizzazione delle procedure. Inoltre, il contenimento dei costi si realizzerà con un ridimensionamento dello staff. La riduzione attesa del personale è pari
al 5% circa nel periodo di piano.
COMMENTA LA NOTIZIA