1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

UniCredit: nomina nuovo Ad calma il mercato (analisti)

QUOTAZIONI Unicredit
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sessione in chiaroscuro per UniCredit a Piazza Affari con il prezzo che dopo le vendite di questa mattina si appresta ad una chiusura molto positiva sopra i 2 euro per azione. A dare impulso al titolo è stata la diffusione nella tarda mattinata della decisione da parte del Cda sulla nomina del nuovo amministratore delegato.

Sarà infatti il francese Jean Pierre Mustier che a partire dal prossimo 12 luglio guiderà il gruppo di Piazza Gae Aulenti in una fase delicatissima della vita dell’istituto.

Secondo Vincenzo Longo, analista di IG, la nomina del nuovo Ad “è accolta positivamente dai mercati perché pone la parole fine ad un periodo di incertezza per UniCredit. Infatti l’aver rimosso un Ad senza avere una figura pronta a sostituirlo non si è rivelata una mossa molto apprezzata dal mercato”.

Tuttavia, per sapere se il mercato apprezzi o meno la figura di Mustier saranno necessari alcuni mesi, infatti, continua Longo “la reazione del mercato sarà chiara solo quando il nuovo Ad delineerà le strategie che intende portare avanti: rimane il nodo dell’aumento di capitale, del suo ammontare e delle procedure con cui verrà effettuato”.

Patrimonialmente la banca non è solida e, mentre rimane indubbia la necessità di una ricapitalizzazione per fronteggiare i requisiti imposti dalle autorità, rimane aperta la questione delle modalità: l’impatto sui titoli del gruppo sarà sicuramente maggiore se la nuova guida optasse per un maxi aumento di capitale cash da 10 miliardi, come suggerito da alcune indiscrezioni.

Al contrario la scelta più conservativa di procedere ad una contestuale dismissione degli asset non più strategici potrebbe attenuare gli impatti sul titolo in Borsa.

Saranno quindi cruciali le prossime 2-3 settimane cioè quando, a partite dal 12 luglio, il nuovo Amministratore prenderà ufficialmente le redini di UniCredit e gli azionisti potranno ricevere le risposte sul futuro della banca.