Unicredit: il mercato accoglie con favore i conti

Inviato da Redazione il Mer, 12/11/2008 - 09:40
Quotazione: UNICREDIT GROUP

Unicredit si riporta in area due euro dopo avere annunciato profitti trimestrali in netto calo, ma superiori alle attese. A un'ora dall'avvio delle contrattazioni i conti del terzo trimestre del gruppo di piazza Cordusio continuano a convincere il mercato e in questo momento il titolo, uno dei migliori dell'S&P/Mib, guadagna il 3,5% dopo un avvio in rialzo di quasi 6 punti percentuali  (17 milioni i pezzi già scambiati).

Dopo i deludenti dati finanziari diffusi ieri da Intesa Sanpaolo, prima della partenza dei mercati in Europa Unicredit ha annunciato di avere registrato nel terzo trimestre un utile netto pari a 551 milioni di euro, in flessione del 54,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno passato.
In leggera contrazione i coefficienti patrimoniali sebbene ancora al netto degli effetti dell'aumento di capitale. Il Core Tier 1 è passato dal 5,71% (giugno 2008) al 5,67% del 30 settembre. Questo dato include sia l'impatto dello squeeze-out delle minoranze di HVB concluso nel terzo trimestre sia quello derivante dalla put option detenuta dal ministero del Tesoro Polacco sul 3,95% di Bank Pekao.

Secondo quanto precisato in una nota, il margine di intermediazione è calato a 6,75 miliardi (-1,5%), influenzato dalla performance del risultato dell'attività di negoziazione negativo per 523 milioni. Il risultato di gestione è stato pari a 2,6 miliardi in contrazione dell'8%. "Sull'andamento del risultato di gestione di gruppo ha influito - precisa la società in un comunicato - la dinamica del margine di intermediazione". Nei primi nove mesi dell'anno l'utile netto di pertinenza del gruppo è sceso del 35,8% a 3,42 miliardi dai 5,33 di dodici mesi fa.

Daniela La Cava

COMMENTA LA NOTIZIA