1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Unicredit: ipotesi Atlante 2 per sostenere ricapitalizzazione, intanto si accelera su scelta ceo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il settore bancario prova a rialzare la testa dopo il tracollo delle ultime due sedute. Tra i migliori di giornata anche Unicredit con un balzo di oltre il 6% dai minimi storici toccati ieri. A dare sostegno alle banche italiane c’è l’ipotesi di un nuovo intervento a sostegno del sistema con ministero del Tesoro e Bankitalia al lavoro negli ultimi giorni al piano salva-banche. Il Tesoro, secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore di oggi, potrebbe intervenire con garanzie o con interventi di capitalizzazione diretta, su equity e crediti deteriorati. Il Messaggero parla di un’operazione da 6 miliardi di euro con la Cdp accanto a investitori privati su un veicolo bis simile ad Atlante. In prima fila tra i privati ci sarebbe Andrea Bonomi, numero uno di Investindustrial. L’intenzione sarebbe quella di creare uno o più strumenti che intervengano come sub garanzia delle ricapitalizzazioni stendendo la rete su una quota massima del 50% e si partirebbe dall’aumento di capitale di Unicredit.
Unicredit starebbe intanto spingendo sull’acceleratore per la scelta del nuovo amministratore delegato. Il Sole 24 ore riporta che il lavoro della commissione ristretta procede, i colloqui con i candidati inseriti nella top list sono stati effettuati, e ora si guarda all’appuntamento di dopodomani, quando il dossier finirà al comitato nomine e governance. Il nome del candidato potrebbe essere sottoposto al consiglio dell’11 luglio o anche prima, nel corso di una convocazione straordinaria che potrebbe arrivare nel fine settimana.