1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Unicredit guida nuovo tonfo banche, Mustier in pole per ruolo ceo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Nubi dense sul settore bancario che paga le indicazioni arrivate ieri dalla cancelliera tedesca Angela Merkel. “Abbiamo lavorato per darci norme comuni sui risoluzione e ricapitalizzazione delle banche e non possiamo permetterci di cambiare le regole ogni due anni“, ha tagliato corto la Merkel in risposta a una domanda sulla eventualità di concedere una maggiore flessibilità ad alcuni Paesi e cambiare le regole sul settore bancario in Italia come conseguenza della Brexit. 
 
Parole che già da ieri pomeriggio hanno pesato sull’umore del settore bancario. Questa mattina a Piazza Affari dominano ancora le vendite sui testimonial del settore con diverse sospensioni per eccesso di ribasso. Unicredit è arrivata a cedere oltre il 5%, così come Mps. 
 
Su Unicredit tiene banco ancora il nodo governance con Jean Pierre Mustier che appare il candidato in pole position per succedere a  Federico Ghizzoni nel ruolo di amministratore delegato del gruppo. L’intento è quello di arrivare al board del prossimo 11 luglio con già in tasca il nome del candidato o anticipare la nomina di una settimana con la convocazione straordinaria del cda nel fine settimana.
 
Ieri il Comitato ristretto composto da Giuseppe Vita, Luca Montezemolo, Vincenzo Calandra Bonaura e Clara Streit ha redatto l’attesa short list di nomi che oggi sarà proposta al Comitato nomine. Secondo quanto riportato oggi da Repubblica il nome di Mustier sarebbe quello più condiviso. La lista vede anche il nome di un italiano, rimarca sempre il quotidiano Repubblica; si dividono le preferenze Flavio Valeri (Deutsche Bank) e Fabrizio Viola, su cui però la Banca d’Italia potrebbe esercitare la sua moral suasion per non fargli abbandonare il timone del Monte Paschi.
Oggi il Comitato nomine dovrebbe quindi rendere ufficiale la lista dei candidati passando così la palla al cda per la scelta del futuro ad.