Unicredit, i grandi soci vogliono contare di piu’

QUOTAZIONI Unicredit
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le dichiarazioni sono distensive, tutti sono soddisfatti delle prossime novità. Ma, questa volta, al vertice Unicredit è stata davvero bufera. I grandi azionisti, in testa le Fondazioni Verona, Torino, Bologna e Treviso, vogliono contare di più nelle decisioni importanti per il futuro della banca, contestano al presidente e all’amministratore delegato un decisionismo eccessivo, chiedono una maggiore condivisione delle scelte strategiche. Alla fine, quello che cambierà è che le Fondazioni insieme a Ras, azionista al 5%, daranno vita a un tavolo di consultazione sulle grandi decisioni: il dividendo, le acquisizioni, le nomine al vertice. Il management si impegna a coinvolgere di più gli azionisti nella messa a punto delle strategie e nelle scelte di gestione più importanti. L’intenzione dei soci sarà formalizzata in un incontro con Carlo Salvatori, che dovrebbe tenersi nei primi giorni della prossima settimana.