Uni Land: Mezzini, interesse di fondi esteri dopo operazione Borghese

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 07/09/2006 - 16:20
L'approdo di Uni Land in terra laziale non è passato inosservato agli occhi degli investitori istituzionali, soprattutto quelli esteri. Lo ha rilevato oggi Alberto Mezzini, azionista di riferimento e amministratore delegato di Uni Land, nel corso nella presentazione alla stampa della società e nello specifico dell'operazione che ha portato alla sottoscrizione di quote del Real Blu Fund di Est Capital sgr in cui conferiranno tra gli altri gli asset oggetto dell'eredità Principi Borghesi. "L'operazione - ha detto Mezzini - è piaciuta soprattutto ai fondi esteri che hanno sicuramente una miglior conoscenza del business del land banking essendo Uni Land il primo esempio in Italia mentre all'estero esistono diversi esempi di società come la nostra". Mezzini ha aggiunto che è prevedibile quindi l'ingresso di fondi con quote tra il 2 e il 4%."Ci interessano soprattutto soggetti interessati a rilevare quote di Uni Land con scopo di investimento a medio-lungo termine". Da ricordare che il flottante della società emiliana, da poco ricostituito dopo l'Opa della CemLux di Mezzini, ammonta ora al 18% circa. "In prospettiva dovrebbe salire al 25% circa", ha concluso Mezzini.
COMMENTA LA NOTIZIA