1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Rating ›› 

Uni-Capitalia: JP Morgan fa le prove di matrimonio – 2

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Proprio in base al prezzo che Alessandro Profumo, amministratore delegato della banca milanese, sarà disposto a sganciare per Capitalia dipenderà la scelta di “ingresso” per chiunque voglia puntare su quest’ennesima mossa di consolidamento del settore bancario del Belpaese. Sotto gli 8 euro conviene acquistare azioni Unicredit, sopra i 9 l’opzione migliore è Capitalia. Tuttavia a questo prezzo l’operazione è neutrale in termini di Eps al 2009 per Piazza Cordusio, mentre sarebbe accrescitiva dell’1% e del 3% a seconda che si parli di 8,50 e 8 euro per ciascun titolo Capitalia. In ciascuno di questi scenari, poi, l’incremento di utile per azione per Unicredit sarebbe superiore del 2% se il deal non fosse esclusivamente carta contro carta, ma se venisse utilizzata parte della cassa a disposizione di Profumo, ad esempio 3 miliardi di euro, come ipotizza l’esperta di JP Morgan. Due i nodi da sciogliere, quello della governance e la partecipazione congiunta del 18% in Mediobanca, principale azionista delle Generali. Che, tuttavia, non dovrebbero essere due ostacoli insormontabili.