1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Rating ›› 

Uni-Capitalia: JP Morgan fa le prove di matrimonio – 1

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Forse non ci sarà da aspettare molto perché il merger Capitalia-Unicredit vada in porto. Probabilmente i board dei due istituti si incontreranno già nel prossimo week end per discuterne. Così gli analisti di JP Morgan non hanno perso tempo e hanno delineato il profilo della nuova banca che nascerà in Italia. Il broker americano innanzitutto stima sinergie pre-tasse derivanti dal deal per 1,2 miliardi di euro: 850 milioni di costo a favore dell’istituto romano, attraverso il miglioramento della sua efficienza stand alone e la riduzione di duplicazioni di spese, 255 in termini di ricavi. La creazione di valore dovrebbe essere nell’ordine degli 8 miliardi di euro e il prezzo che la banca di Piazza Cordusio pagherà per ogni azione di quella di Via Minghetti dipenderà da come tale valore verrà distribuito tra gli azionisti delle due. “Un acquisto di Capitalia tra gli 8 e gli 8,5 euro comporta uno split favorevole per quest’ultima, ma a questi prezzi l’operazione sarebbe ancora accettabile per gli shareholders di Unicredit”, spiega Francesca Tondi, analista di JP Morgan, nella nota raccolta da Finanza.com. Ovviamente un’offerta superiore sarebbe invece tutta a vantaggio del gruppo guidato da Matteo Arpe.