Ungheria a un passo dal default, Orban chiede aiuti internazionali

Inviato da Flavia Scarano il Ven, 06/01/2012 - 08:52
Il premier ungherese Viktor Orban si è deciso a chiedere aiuto al Fondo Monetario Internazionale, dopo aver realizzato che il Paese, di cui è primo ministro dal 2010, è ormai sull'orlo del secondo default in quattro anni. Ma non è detto che lo otterrà. Ieri l'asta dei titoli di Stato magiari a 12 mesi ha vistosamente mancato il target di 45 miliardi per collocarne solo 35 miliardi, con rendimenti al 9,96%. Il fiorino ungherese è sceso ai minimi contro la moneta unica europea (a quota 324 fiorini per un euro) ma anche contro franco svizzero e dollaro. Il mercato insomma diffida Viktor Orban, il premier-dittatore che secondo il popolo ungherese minaccia la demicrazia del Paese con la sua nuova costituzione fortemente personalistica, e che secondo l'Unione Europea minaccia la stabilità finanziaria dell'Europa rifiutando di assoggettare la banca centrale magiara alla BCE. "La dipendenza della banca centrale ungherese da quella europea è un prerequisito fondamentale per ottenere gli aiuti internazionali", ha osservato ieri il portavoce dell'Unione Europea. Il governo ungherese è pronto a trattare e chiede risposte rapide, forse già per la prossima settimana.
COMMENTA LA NOTIZIA