Umicore: Citi taglia rating a “hold” nonostante i punti di interesse nel lungo termine

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta tinta di rosso per Umicore sulla Piazza belga. Il titolo della società attiva nella produzione di componenti in metallo cede oltre due punti percentuali a 14,90 euro appesantito dalla bocciatura formulata da Citi. L’ufficio studi della banca americana ha abbassato la raccomandazione su Umicore da “buy” a “hold”, mentre il target price è stato ridotto da 20 a 15 euro per azione nonostante i punti di interesse nel lungo termine non manchino. “Umicore fornisce diversi settori, in particolare,quello dei metalli, automobilistico, elettronico ed edilizio – precisa il broker -. Comparti che hanno visto scendere la domanda nell’ultimo scorcio del 2008 e che assisteranno a un peggioramento nel 2009 e a una fase depressiva nel 2010. Per questa ragione ci attendiamo un Eps 2009 a 96 centesimi contro 1,45 stimato dal consensus”. Ma le prospettive positive nel lungo termine non mancano. “Umicore ha infatti una solida posizione finanziaria per far fronte alle bufere finanziarie – commentano gli esperti della banca statunitense -. Ha un buon bilancio e potrebbe beneficiare di un working capital inflow nel 2009 legato alla caduta dei prezzi dei metalli”.