1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Ultima giornata dell’ottava nel rosso per Milano

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A far virare le Borse europee verso il basso ci aveva già pensato il dato sul mercato del lavoro statunitense, uscito nel primo pomeriggio, che ha mostrato un’economia a stelle e strisce forte e per questo ha destato preoccupazione circa un proseguimento sulla via dei rialzi dei tassi da parte della Federal Reserve, fino alla soglia del 4,50% per fine anno. Poi, nel tardo pomeriggio ci si è messo anche il nuovo scatto delle quotazioni del petrolio, che si sono portate su nuovi record storici. Così, Piazza Affari ha terminato questa sessione di venerdì di un caldo mese di agosto sottotono: il Mibtel ha ceduto lo 0,38% a 25.549 punti e l’S&P/Mib40 è arretrato dello 0,50% a 33.335 punti. “Sul mercato italiano”, tranquillizzano però gli investitori gli analisti della divisione Wholesale & International Banking di Bnl, “resta confermata l’attuale fase positiva con l’indice S&P/Mib che mantiene inalterato l’obiettivo dei nuovi massimi in area 33.950 punti. L’attuale fase di correzione dal punto di vista tecnico è utile per ‘scaricare’ i valori di ipercomprato presenti negli oscillatori”.