Uk: Ing, i dati su Pil e Pmi suggeriscono recessione nel IV trimestre e nuovo intervento Boe

Inviato da Valeria Panigada il Mar, 01/11/2011 - 11:54
I dati macro, diffusi oggi, fanno presagire a un rallentamento della Gran Bretagna negli ultimi tre mesi dell'anno. Lo pensano gli analisti di Ing, che guardano da vicino la stima flash sul Pil del terzo trimestre, cresciuto dello 0,5% superando le attese, e l'indice Pmi manifatturiero che a ottobre è sceso sotto i 50 punti, toccando il livello più basso dal giugno 2009. "Sebbene la crescita trimestrale dell'economia inglese sia stata rispettabile, è importante ricordare che i dati del secondo trimestre erano stati penalizzati da un minor numero di giorni lavorativi a causa del matrimonio reale e dall'interruzione di forniture verso il Giappone a seguito dello tsunami - sottolineano gli esperti nella nota di commento - Di conseguenza, avremmo dovuto vedere un forte rimbalzo in ogni caso. Anzi, la crescita di un "solo" 0,5% nel terzo trimestre suggerisce che lo scenario rimarrà debole". Considerando poi il deciso calo dell'indice Pmi manifatturiero, il broker olandese si aspetta una recessione dell'economia inglese nel quarto trimestre. Uno scenario che intensificherebbe la pressione sulla Bank of England a proseguire nel suopiano di stimolo. "Il programma QE2 della Boe si espanderà rapidamente rispetto all'iniziale ammontare di 75 miliardi di sterline - concludono a Ing - Non ci sorprenderemo se il piano di acquisto di asset aumenterà a 300 miliardi di sterline".
COMMENTA LA NOTIZIA