1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

UK: incremento dei tassi a novembre in scia di pressioni inflazionistiche, eur/gbp a 78 cents (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A giugno l’inflazione britannica è passata dall’1,5 all’1,9 per cento annuo. Sopra le stime anche il dato “core”, salito dall’1,6 al 2 per cento (consenso +1,7%). “È probabile che nel breve termine l’inflazione resti contenuta alla luce delle scarse pressioni in arrivo dai prezzi alla produzione e dai salari”, ha commentato James Knightley di Ing.

“Nonostante questo -continua l’esperto- con una crescita economica che dovrebbe attestarsi sopra quota 3% sia nel 2014 che nel 2015, una forte creazione di posti di lavoro e gli ordini alle imprese ai massimi da diversi anni, la capacità inutilizzata dell’economia britannica è destinata a ridursi”.

Knightley stima un graduale incremento delle pressioni inflazionistiche e un innalzamento del costo del denaro a novembre. In questo contesto, l’analista dice di attendersi un calo del cambio tra la sterlina e la moneta unica, attualmente pari a 79,321 centesimi, a 78 cents.