Ue: oggi il vertice a Copenhagen. Sul tavolo l'aumento del fondo salva-stati a quasi 1.000 mld

Inviato da Valeria Panigada il Ven, 30/03/2012 - 09:12

Si apre oggi a Copenhagen il vertice informale dei ministri finanziari e dei banchieri centrali dell'area euro. Al centro del dibattito l'aumento del fondo salva-Stati. L'incremento potrebbe portare il fondo fino a 1.000 miliardi di euro. Ma persistono le divergenze tra i Paesi membri: se la Francia guida il fronte di quelli favorevoli, la Germania non molla e si mette in testa ai Paesi frenatori, che non vogliono altri esborsi e che puntano a nuovi vincoli. Intanto, si scalda il fronte Spagna. Oggi il governo di Madrid dovrà presentare una finanziaria da 30 miliardi di euro dopo che ieri le proteste e lo sciopero generale hanno paralizzato il Paese.

L'incontro di Copenhagen
La due giorni di incontri informali dei ministri finanziari e dei banchieri centrali dell'Eurozona si apre oggi con la riunione dell'Eurogruppo in cui si discuterà del possibile aumento dello scudo salva-Stati. La proposta è di mettere insieme la dotazione del fondo permanente Esm, da 500 miliardi di euro, e quella del fondo transitorio dell'Efsf, da 440 miliardi ma già utilizzati per 200 miliardi nel salvataggio di Grecia, Irlanda e Portogallo. La dote complessiva dunque arriverebbe a 940 miliardi di euro.
La proposta dovrà essere approvata dagli Stati membri. Si dovrà convincere la Germania, che nutre dubbi su questa possibilità e vorrebbe vincolare a condizioni molto severe l'utilizzo del fondo Esm nella parte eccedente i 500 miliardi. Sullo sfondo rimangono ancora i rischi presenti in Grecia, Portogallo e Irlanda e i venti di recessione in Spagna e Italia.

COMMENTA LA NOTIZIA