1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Ue, mutualizzare il debito per aprire la strada agli Eurobond (Pierre Olivier Beffy)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“I leader dell’Eurozona dovrebbero rendere nota l’agenda politica e ammettere che stanno già lavorando ad un piano di mutualizzazione del debito”. Lo sostiene Pierre Olivier Beffy, capo economista di Exane Bnp Paribas, da sempre accanito sostenitore di questa soluzione per risolvere i problemi del debito europeo.
Secondo Beffy, la costituzione di uno “European redempion fund”, un fondo europeo per la ristrutturazione dei debiti dei Paesi membri, è uno dei piccoli passi avanti necessari al raggiungimento degli Eurobond. “L’obbiettivo dell’European Redemption Find”, dice Beffy nella sua nota sul tema, “sarebbe mutualizzare il debito superiore al 60% del PIL posseduto da ogni paese dell’Eurozona e gestire tale ammontare fino al rimborso. La scadenza iniziale dovrebbe essere circa 20 anni. Il suo ammontare dovrebbe essere di 3mila miliardi di euro nel 2013, il 30% del Pil dell’Eurozona”.
Il capitale sul lungo termine, secondo Beffy, verrebbe ripagato grazie alla riduzione del valore nominale del debito sul Pil, ma perché ciò accada il fondo dovrebbe rifinanziarsi a un tasso inferiore al 2%.
Tale strumento preparerebbe il mercato per gli Eurobond, creando le condizioni per un’unione fiscale, e senza modificare i trattati; tuttavia i limiti sarebbero legati alla determinazione di quali Stati superino la soglia di debito necessaria ad accedere al Fondo, e alla necessità di mantenere tassi di interesse molto bassi per il rifinanziamento del Fondo stesso.