Ue: Italia, crescita moderata nel 2010 e 2011, deficit/Pil al 3,5% nel 2012

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nelle sue stime di autunno la Commissione Ue ha rivisto le stime per il nostro Paese, portando il dato relativo la crescita 2010 e 2011, definita “moderata”, all’1,1%, che salirà all’1,4% nel 2012. Il dato 2012 sarà inferiore di circa mezzo punto rispetto alla media dell’Eurozona. In crescita le stime per l’andamento del debito/Pil, che per quanto riguarda il 2010 passano dal 118,2 al 118,9% mentre nel caso del 2011 dal 118,9 salgono al 120,2%.

Il deficit/Pil è visto in calo dal 5% di quest’anno al 4,3% del 2011 al 3,5% del 2012. L’inflazione è attesa all’1,8% l’anno prossimo ed all’1,9% nel 2012 mentre la disoccupazione è vista all’8,3% nel 2011 ed all’8,2% nel 2012.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Germania: +2% a/a per inflazione ad aprile

Nella lettura preliminare di aprile l’inflazione in Germania è salita al 2% su base annua rispetto al +1,6 della passata rilevazione e al +1,9% indicato dagli analisti. Su base mensile l’inflazione è ferma rispetto al +0,2% della precedente rilevazio…

ECONOMIA

Italia: fiducia consumatori stabile ad aprile

Ad aprile l’indice del clima di fiducia dei consumatori rimane sostanzialmente stabile passando da 107,6 a 107,5. Lo rende noto l’Istat. Il dato è in linea con le attese degli analisti.

Piazza Affari e Borse europee attese in moderato calo, oggi la Bce

Piazza Affari e le Borse europee dovrebbero aprire la seduta odierna sotto la parità, dopo i recenti guadagni e in scia alla debolezza di Wall Street che ieri ha chiuso sulla parità. Deboli anche i listini asiatici con la Borsa di Tokyo che questa ma…