La Ue esamina il duopolio Rai-Mediaset

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il mercato televisivo italiano sotto la lente d’ingrandimento della Ue. La Commissione europea ha bacchettato in una lettera l’Autorità italiana per le comunicazioni (Agcom). Pur non bocciando in modo categorico la definizione di “duopolio” tra Rai e Mediaset nell’analogico, ovvero la tv tradizionale, Bruxelles avanza una serie di pesanti dubbi che, una volta corretti, potrebbero clamorosamente spazzare l’etichetta di dominanza congiunta in capo alle due emittenti ed evitare i rimedi che l’Agcom avrebbe dovuto proporre a Bruxelles entro settembre. Ma la situazione poteva andare anche peggio, visto che il commissario Ue ai media, Viviane Reding, avrebbe voluto essere più rigida. Alla fine è risultata decisiva la posizione del capo dell’Antitrust Ue, Neelie Kroes, che ha trovato un compromesso: percorre una via mediana tra il veto e l’approvazione incondizionata dell’analisi dell’Agcom.