Ucraina: trovato accordo per risoluzione crisi, ma S&P taglia il rating

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Accordo trovato per la risoluzione della crisi in Ucraina. Lo ha annunciato una breve nota stampa del governo ucraino, diffusa questa mattina. I negoziati iniziati ieri e durati tutta la notte tra il presidente dell’Ucraina, Viktor Yanukovich, il leader dell’opposizione, i rappresentanti europei e russi per fermare le proteste sono finiti. La firma dell’intesa, il cui contenuto non è stato al momento svelato, è prevista alle 12.00 in Ucraina (le 11.00 in Italia) nella sede dell’amministrazione presidenziale. Secondo alcune indiscrezioni di stampa locali, l’accordo prevede il voto anticipato e riforme della Costituzione. 
La mossa di S&P
Intanto Standard & Poors ha tagliato di un gradino il rating di lungo termine dell’Ucraina proprio a causa del peggioramento della situazione politica del Paese che starebbe minando la capacità del governo di onorare il suo debito. Secondo S&P il Paese sarebbe vicina al default. L’agenzia di rating ha così portato il giudizio sull’Ucraina a CCC dal precedente CCC+, con outlook negativo, il che fa presupporre un possibile nuovo downgrade nel medio termine.
Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…