Ucraina: telefonata Obama-Putin, divergenza sulle cause della crisi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La situazione in Ucraina è stata discussa nella notte dai presidenti degli Stati Uniti e della Russia, Barack Obama e Vladimir Putin, in una conversazione telefonica avvenuta su iniziativa americana. “I due capi di Stato valutano diversamente i motivi della difficile situazione in Ucraina”, si legge nel comunicato diffuso oggi dal Cremlino. In particolare Putin ha rilevato che la crisi è scaturita a seguito di un colpo di stato anticostituzionale, le nuove autorità in carica non hanno ricevuto nessun mandato popolare per governare e impongono alle regioni orientali, sud-orientali e alla Crimea decisioni illegittime. “La Russia non può ignorare le richieste di aiuto pervenute, agendo comunque nel pieno rispetto del diritto internazionale”, sostiene Putin.
Il presidente russo ha sottolineato allo stesso tempo l’importanza delle relazioni russo-americane per garantire la stabilità e la sicurezza nel mondo.