Ucraina: Putin firma ordine per eseguire annessione Crimea alla Russia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Il presidente russo, Vladimir Putin, ha firmato oggi l’ordine per dare esecuzione all’annessione della Crimea alla Russia, dopo aver riconosciuto la regione come stato indipendente. Domenica scorsa i cittadini della Crimea hanno votato, con oltre il 96% dei sì, a favore dell’uscita dall’Ucraina e dell’annessione alla Russia. 
“In Crimea si è tenuto un referendum in pieno rispetto delle procedure democratiche e delle norme del diritto internazionale. L’affluenza alle urne è stata di oltre l’82% degli elettori, tra di loro più del 96% ha votato per l’unificazione con la Russia. Questi numeri parlano da soli” ha detto Putin al Cremlino, davanti ai deputati della Duma di Stato, dei componenti del Consiglio della Federazione, dei governatori delle regioni e i rappresentanti della società in relazione all’appello della Repubblica di Crimea e della città di Sebastopoli per l’adesione alla Federazione Russa. 
Il presidente russo ha anche commentato la posizione dell’Occidente sulla situazione in Ucraina, dichiarando come i partner occidentali abbiano superato la linea, comportandosi da irresponsabili. Secondo Putin infatti la crisi in Ucraina è stato un vero e proprio colpo di Stato messo in atto da gruppi radicali e nazionalisti. Allo stesso tempo però ha anche assicurato che la Russia non vuole la scissione dell’Ucraina. Quest’ultima posizione è stata colta dai mercati come segnale di distensione. 
In scia alle dichiarazioni di Putin, infatti, le principali Borse europee, Piazza Affari compresa, hanno accelerato al rialzo: poco prima dell’avvio di Wall Street il Cac40 saliva dello 0,82%, mentre il Dax guadagnava mezzo punto percentuale. bene soprattutto Piazza Affari, con il Ftse Mib che avanzava dell’1,23%.
Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…