1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Ucraina: Petro Poroshenko è il nuovo presidente

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Trionfo del miliardario Petro Poroshenko alle elezioni

presidenziali in Ucraina. Dopo il conteggio di quasi la metà dei voti,
l’oligarca è in testa con più del 54%, un risultato che gli consente di
diventare presidente senza dover attendere il ballottaggio. Secondo la legge
elettorale in Ucraina, se uno dei candidati non supera la metà dei voti più uno
al primo turno occorre un secondo turno di votazione. Staccata l’ex premier
Yulia Tymoshenko, che è data a circa il 13%, mentre il terzo posto è occupato dal
leader del partito radicale Oleg Lyashko con l’8,5%. Sono state così confermate
le previsioni dei sondaggi.

 

Con questo esito l’Ucraina si prepara a uscire dalla
profonda crisi politica, iniziata da mesi. Tra gli obiettivi principali di
Poroshenko c’è la “fine della guerra”, lavorando a fianco della
Russia per risolvere i conflitti. Poroshenko ha fatto sapere che il suo primo
viaggio sarà nella parte orientale del Paese, dove proseguono gli scontri tra
esponenti filo-russi e forze militari di Kiev. Allo stesso tempo, Poroshenko è
pronto a procedere sul percorso di maggiore integrazione con l’Unione europea.

Al momento non sono arrivati commenti dalla Russia, ma il
presidente Vladimir Putin aveva fatto sapere nei giorni scorsi che avrebbe
lavorato con il nuovo governo e il vincitore. Il presidente degli Stati Uniti,
Barack Obama, ha applaudito al risultato delle elezioni in Ucraina, considerandole un altro importante passo avanti negli sforzi del governo per
unire il Paese.

 

Chi è?

Petro Poroshenko, 48 anni, è conosciuto come il “re del
cioccolato”. Laureato in relazioni economiche internazionali, ha fatto
fortuna nell’industria dolciaria costruendo un impero, la Roshen. Tanto che
oggi risulta essere tra dieci uomini più ricchi dell’Ucraina, con un patrimonio
di oltre 1 miliardo di dollari. Ma non manca di esperienza politica. E’ stato
infatti ministro degli Esteri nel governo Tymoshenko, e poi ministro
dell’Economia sotto Yanukovych.