Ubs: sale a 2,3 mld $ la perdita derivante da operazioni non autorizzate di un trader

Inviato da Flavia Scarano il Lun, 19/09/2011 - 08:50
Sale da 2 a 2,3 miliardi la perdita indicata da Ubs relativa a transazioni di negoziazione non autorizzate a carattere speculativo concernenti vari futures su indici azionari (S&P 500, DAX e EuroStoxx) fatte nel corso degli ultimi tre mesi. "L'effettiva portata dell'esposizione al rischio - rimarca la nuova nota di Ubs - risultava tuttavia distorta poiché le posizioni erano compensate nei nostri sistemi da fittizie posizioni cash ETF con liquidazione a termine, che sarebbero state eseguite dal trader. Queste operazioni fittizie nascondevano che le transazioni su futures su indici superavano i limiti di rischio di UBS".
COMMENTA LA NOTIZIA