1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Ubs e Nomura puntano i fari sul comparto retail europeo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ubs non cambia idea sul comparto retail europeo, confermando la view “underweight”. “Pensiamo che sia troppo prematuro per diventare più positivi sul settore in scia al prudente outlook sulla domanda dei consumatori e sulla pressione sui margini”, commenta il broker. Tra le “top pick” Kingfisher, Carphone Warehouse e Signet. Le preferite di Ubs grazie alla scarsa esposizione al mercato inglese e ai solidi bilanci, con potenziali ritorni di cassa per gli investitori nel medio termine.
Nella nota odierna gli esperti hanno rivisto al rialzo la raccomandazione su Next, portandola a “buy” dal precedente “neutral”. Secondo l’ufficio studi della banca elvetica il titolo Next è “meno rischioso” rispetto al comparto dell’abbigliamento britannico, con un buon bilancio e una migliore valutazione. A Londra, il titolo si muove poco sopra la parità e limita le perdite: -0,15%.

Gli analisti di Nomura confermano la view “neutral” sul settore retail del Vecchio continente. Secondo gli analisti della banca giapponese aleggiano ulteriori rischi ribassisti, che potrebbero materializzarsi in scia alla debolezza delle vendite retail. “Rimaniamo cauti su Home Retail Group e il comparto retail dell’elettronica è ancora visto sotto pressione – suggeriscono gli esperti di Nomura -. Mentre il settore abbigliamento è esposto ad ulteriori rischi macro, ad eccezione di Next e Marks & Spencer”. In particolare, Nomura predilige l’esposizione al retail alimentare e a quello del lusso. E tra le preferite indica Tesco e Morrison, e Swatch e Richemont.

Intanto, lo Stoxx Europe 600 Retail cede lo 0,46%. Performance in calo, ma migliori rispetto all’andamento del comparto costruzioni che cede oltre 2 punti percentuali e quello tecnologico e bancario in calo di circa l’1,4%.