1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Ubs mette il freno al settore auto, Fiat aspetta i dati delle immatricolazioni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ubs mette il freno al comparto auto europeo. Gli analisti della banca svizzera hanno infatti tagliato questa mattina la raccomandazione sul settore delle quattro ruote a underweight da neutral, non ritenendo più attraenti le valutazioni sui titoli. E la bocciatura si è subito fatta sentire sulle piazze finanziarie: Renault cede lo 0,23% a 34,15 euro, appesantita anche dal downgrade di Hsbc a neutral da overweight, mentre Daimler viaggia sulla parità a 41,40 euro.

“La seconda parte dell’anno sarà caratterizzata da un declino di vendite e produzione in Europa”, spiegano gli analisti di Ubs che hanno abbassato il rating su Daimler a sell da neutral, mentre hanno portato il target price di Renault a 39 da 40 euro e di Peugeot a 31 da 33 euro. Confermata la raccomandazione neutral su Fiat, che stasera aspetta i dati del ministero dei Trasporti sulle immatricolazioni di luglio. Secondo Federauto il mercato italiano delle quattro ruote subirà una flessione del 26% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Sempre secondo i dati dei concessionari il gruppo Fiat dovrebbe registrare a luglio un calo delle vendite del 35%, sottoperformando il mercato italiano. E così il titolo Fiat cede lo 0,31% a 9,80 euro, mentre l’indice guida milanese Ftse Mib avanza dell’1,26% a 21.269 punti.