Ubs ai minimi dal 1998, la minaccia arriva anche dal fisco Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le nuove svalutazioni tra 1 e 5 miliardi di euro non ci sono state. Ma ieri Ubs ha pagato comunque dazio in Borsa crollando ai minimi dall’ottobre 1998. Il colosso bancario elvetico ha pagato i timori che le svalutazioni comunque arriveranno prima o poi, abbinati anche all’indagine portata avanti dal Fisco Usa che potrà chiedere a Ubs di svelare i nomi dei facoltosi americani che ha aiutato a evadere le tasse. Lo ha deciso una corte federale di Miami, in seguito alla richiesta avanzata dall’Internal Reveneus Service. La banca svizzera, che vorrebbe proteggere il segreto bancario, potrebbe fare appello.

Commenti dei Lettori
News Correlate

Ibm: cda alza del 7% il dividendo trimestrale

Il consiglio di amministrazione di Ibm ha annunciato oggi un dividendo trimestrale di 1,50 dollari ad azione. Si tratta di un aumento di 10 centesimi di dollaro (+7%) rispetto al precedente dividendo triemstrale di 1,40 dollari. Il dividendo verrà pa…

USA

Caterpillar alza guidance 2017, conti trimestrali oltre le attese

Caterpillar ha alzato le proprie stime per l’intero 2017 in scia soprattutto al miglioramento delle prospettive in Cina. In particolare le stime dei ricavi sono salite nel range 38-41 miliardi di dollari (in precedenza erano tra 36 e 39 mld)
Il gru…

Roaming: da 15 giugno fine sovrapprezzi in Ue

Dal 15 giugno gli utenti di telefonia mobile in viaggio in altri paesi dell’Unione europea potranno effettuare telefonate, inviare messaggi di testo o navigare in rete senza pagare sovrapprezzi. L’ultimo requisito per l’abolizione delle tariffe di ro…