1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Ubs: Adorisio, “Che lieto fine per Tim”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo una prima lettura sul matrimonio più squillante del listino, Ottavio Adorisio di Ubs si concentra sulla gallina della uova d’oro della scuderia Tronchetti, Tim. “I termini dell’operazione sono certamente migliori di quanto ci aspettassimo e portano a ritenere possibile un upside nel prezzo di Tim. Indubbiamente, questo non si rifletterà nei corsi delle azioni Telecom, a causa del cambiamento aggressivo nel rifinanziamento dell’indebitamento, reso possibile dal mercato obbligazionario bullish e dalla ricapitalizzazione delle società a monte, come Pirelli e Camfin”, spiega Adorisio in un report dal titolo “Che lieto fine per Tim”. Il consiglio dell’esperto è semplice. “Gli azionisti di Tim possono aderire all’offerta per il 66% in cash e giocare il restante 33% sulla nuova storia. La nuova Telecom dovrebbe mantenere lo stesso dividendo, ma questo implica un rendimento del 3,5% per le azioni Tim contro un attuale 5,7%”, aggiunge. Risultato: target price nuovo di zecca per Tim a 5,60 euro dai precendenti 5,20 euro. Rating confermato neutral. In questo modo “l’upside sul target price includendo il dividendo stimato per il 2004 è pari del 9,7% e la maggior parte potrebbe essere monetizzato nel mese di gennaio, con un interessante ritorno annuale”, conclude Ottavio Adorisio.