1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Ubi, uno short non sembra troppo azzardato

QUOTAZIONI Ubi Banca
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Scambia in territorio positivo Ubi Banca che così sovraperforma il Ftse Mib. Il titolo è reduce da un corposo rimbalzo, con un +47,08% messo a segno tra i minimi del 13 settembre e i massimi di periodo registrati lo scorso 12 ottobre a 3,224 euro. Pur nella consapevolezza che il mercato sembra aver invertito la visione di medio periodo, con i rialzi dell’ultimo periodo che ora fanno propendere per un’attesa long, e pur nella consapevolezza che in questo caso i titoli del comparto bancario sarebbero tra i più forti in assoluto dopo le pesanti flessioni accumulate da inizio 2011, l’idea di implementare una strategia short su Ubi Banca potrebbe non essere un azzardo eccessivo. Questo almeno in termini di rischio/rendimento. L’azione si è infatti portata in prossimità dei supporti statici lasciati in eredità dai minimi di luglio. Il riferimento è ai low registrati in area 3,26 euro sia il 18 che il 27/28 e 29 luglio. Fu con la flessione dell’1 agosto che i supporti statici furono bypassati, aprendo la strada alla prosecuzione della correzione. Probabile che ora il livello faccia sentire il suo peso, specie se si vede il ritorno dei prezzi in prossimità dei vecchi supporti come il classico pull back tecnico. In tale direzione va sia il comportamento borsistico degli ultimi giorni che l’analisi dei volumi. Partendo da questi presupposti è quindi possibile implementare una strategia speculativa short con la vendita del titolo a 3,12 euro. Con stop posto a 3,30 euro, il primo target è individuato a 2,70 euro mentre il secondo è a 2,55 euro.