Ubi: siglato l'accordo quadro con le Organizzazioni Sindacali, risparmi per 100 milioni annui

Inviato da Flavia Scarano il Ven, 30/11/2012 - 08:50
Ubi ha annunciato in una nota di aver raggiunto un accordo con le organizzazioni sindacali, Fisac/Cgil esclusa, che prevede, oltre ad una riduzione di organico (650 unità nei primi mesi del 2013), anche un contenimento degli oneri derivanti dalla riduzione delle prestazioni lavorative straordinarie, dai criteri di fruizione dei congedi, nonché dal ricorso a forme di flessibilità e di riduzione/sospensione dell'orario di lavoro in parte finanziate dalle prestazioni del Fondo nazionale di sostegno al reddito. "Al fine di supportare il ricambio generazionale -si legge nella nota- è stato inoltre condiviso un piano di stabilizzazione contrattuale e di assunzione di personale a favore di 240 giovani in tre anni a partire dal 2013, cogliendo anche le opportunità date dal Fondo Nazionale per l'occupazione recentemente istituito in sede di rinnovo del CCNL". "Il complesso degli interventi, pur avendo caratteristiche per gran parte strutturali, presenta un limitato impatto sociale e consente una riduzione del costo del lavoro a regime di circa 100 milioni di euro lordi annui principalmente conseguiti già dal 2013". Gli oneri una tantum, che saranno contabilizzati interamente nel quarto trimestre dell'esercizio in corso, sono stimati in circa 130 milioni di euro.
COMMENTA LA NOTIZIA