1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Rating ›› 

Ubi Banca, per Studi e Investimenti spostato al 2010 il target di utile previsto al 2009

QUOTAZIONI Ubi Banca
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ubi Banca ha approvato il piano industriale 2007-2010 che prevede un utile netto superiore a 1,4 mld al netto di componenti non ricorrenti con un Roe superiore al 16%. Il margine di interesse dovrebbe raggiungere i 3,3 mld (Cagr 06-10 del 7,2%) e le commissioni nette 1,7 mld (Cagr 06-10 del 6,3%), mentre il rapporto cost/income dovrebbe attestarsi al 44%. Il Core Tier 1 è previsto al 6,5% a fine piano mentre il passaggio a Basilea 2 dovrebbe consentire di liberare circa 1 mld di euro da utilizzare per il progressivo aumento della remunerazione agli azionisti. I target non prevedono l’allocazione del disavanzo di fusione che potrebbe avere un impatto netto negativo di circa 100 mln annui nell’arco del piano.
Nonostante un aumento delle sinergie attese dalla fusione, gli analisti di Studi e Investimenti Mobiliari evidenziano che i target indicati vedono di fatto slittare di un anno il target di utile netto al 2009 di 1,4 mld indicato al momento dell’annuncio della fusione.