UBI Banca: nuovo Social Bond da 20 milioni di euro, collocamento fino al 13 agosto

Inviato da Riccardo Designori il Mar, 01/07/2014 - 12:54
Quotazione: UBI BANCA
UBI Banca ha annunciato l'emissione del prestito obbligazionario solidale (Social Bond) "UBI Comunità per Fondazione Rita-Levi Montalcini Onlus", per un ammontare complessivo di 20 milioni di euro, i cui proventi saranno in parte devoluti a titolo di liberalità alla Fondazione Rita-Levi Montalcini Onlus che utilizzerà il contributo per la realizzazione di specifici progetti per l'istruzione e la formazione di donne africane, finalizzati all'inserimento lavorativo ed allo sviluppo socio-economico.

I progetti sostenuti da UBI Banca permetteranno di offrire complessivamente a 93 donne africane la possibilità di frequentare corsi di formazione finalizzati ad acquisire le professionalità e capacità necessarie per conseguire l'indipendenza economica e superare la tradizionale e ancora perdurante situazione di marginalità sociale.

In particolare il primo progetto, della durata di tre anni e realizzato in collaborazione con la Comunità di Sant'Egidio, prevede un corso di alfabetizzazione informatica a favore di 20 donne detenute nelle prigioni di Beira in Mozambico; il secondo, della durata di due anni e realizzato in collaborazione con ACRA-CCS, riguarda la formazione professionale di 73 ragazze (dai 13 ai 17 anni) mediante una metodologia innovativa basata sulla costituzione di microimprese agricole (orticultura, allevamento) interne al Professional College di Njombe in Tanzania. Tali microimprese rappresentano una "piattaforma" di apprendimento per le studentesse, che una volta terminati gli studi potranno iniziare un'attività imprenditoriale in proprio o contribuire all'attività agricola a gestione famigliare.

Le obbligazioni "UBI Comunità per Fondazione Rita-Levi Montalcini Onlus", emesse da UBI Banca, hanno taglio minimo di sottoscrizione pari a 1.000 euro, durata 2 anni, cedola semestrale, tasso annuo lordo pari all'1,50% e possono essere sottoscritte dal primo luglio al 13 agosto 2014, salvo chiusura anticipata o estensione del periodo di offerta.

Le obbligazioni non sono destinate alla quotazione in nessun mercato regolamentato o sistema multilaterale di negoziazione: saranno negoziate dai collocatori in contropartita diretta nell'ambito del servizio di negoziazione per conto proprio. Il tasso di remunerazione del Social Bond è allineato al rendimento di analoghe obbligazioni emesse da UBI Banca e dei Titoli di Stato di pari durata.

Il contributo complessivamente devoluto alla Fondazione Rita Levi-Montalcini Onlus, a titolo di liberalità, può arrivare fino a 100.000 euro in caso di sottoscrizione dell'intero ammontare nominale delle obbligazioni oggetto dell'offerta. È possibile sostenere la Fondazione Rita-Levi Montalcini Onlus anche direttamente, con un bonifico bancario su conto corrente(IBAN IT 12 X0350003205000000037544) presso UBI Banco di Brescia, oppure tramite l'Internet Banking Qui UBI (funzione "Bonifici solidarietà") con azzeramento delle commissioni dell'operazione.

"L'intelligenza, la concretezza, l'esperienza e la fantasia di Rita Levi-Montalcini ci ha comunicato per intero il senso della missione della Fondazione" ha affermato Biancamaria Bosco Tedeschini Lalli, presidente della Fondazione Rita Levi-Montalcini Onlus. "Le donne africane, non dissimilmente dalle donne di tutto il mondo, possono e debbono far uso di una precisa cultura femminile che va essa stessa protetta e sfruttata in termini sostanziali di inserimento ed azione nel proprio territorio. L'empowerment della donna è dunque parte essenziale della sua stessa formazione, educazione, specializzazione. La consapevolezza e capacità di sfruttamento di questa funzione è anche parte integrante dell'istruzione ad ogni livello.

Il sostegno del Gruppo UBI Banca conferma ancora una volta l'importanza della missione che abbiamo ereditato, la lotta in favore dell'istruzione e all'esclusione di genere può essere sostenuta ora anche grazie ad iniziative di responsabilità sociale, testimonianza di un dialogo possibile tra attori economici e Terzo settore".

"UBI Banca ha molto apprezzato sia il progetto sia la concretezza dell'approccio della Fondazione Rita Levi-Montalcini Onlus. Riteniamo che la chiara finalità dell'inserimento lavorativo delle donne grazie alla formazione professionale saprà incidere in maniera efficace nel tessuto sociale, generando una crescita culturale e socio economica capaci di consolidarsi e dare frutto in modo permanente", ha affermato Rossella Leidi, Vice Direttore Generale di UBI Banca.

L'introduzione dei Social Bond in Italia rientra nella strategia di sostegno al Terzo Settore perseguita dal Gruppo UBI Banca attraverso UBI Comunità, una piattaforma di servizi e strumenti dedicati, inter alia, a organizzazioni non profit e istituzioni religiose.

UBI Comunità è un innovativo modello di servizio che si propone di offrire risposte tempestive ed efficaci alle esigenze del non profit attraverso prodotti appositamente pensati per dare sostegno bancario e creditizio per la gestione quotidiana dell'attività, la progettualità e gli investimenti.

Da aprile 2012 a oggi il Gruppo UBI Banca ha emesso 50 Social Bond UBI Comunità, per un controvalore complessivo di oltre 522 milioni di euro, che hanno reso possibile la devoluzione di contributi a titolo di liberalità per oltre 2,6 milioni di euro volti a sostenere iniziative di interesse sociale e sono stati sottoscritti da oltre 20.400 clienti del Gruppo UBI.

COMMENTA LA NOTIZIA