1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Ubi Banca: 1,4 miliardi l’utile al 2010, salgono le sinergie stimate

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Utile netto al 2010 sopra quota 1,4 miliardi di euro con un tasso annuo di crescita del 10%. Roe al netto delle differenze di fusione superiore al 16%. E dividendo in progressiva crescita, dagli attuali 0,80 euro a 1,30 euro per azione. Un biglietto da visita di tutto rispetto per il nuovo piano industriale del gruppo bancario nato dall’integrazione tra Bpu e Banca Lombarda. Nel dettaglio il business plan al 2010 di Ubi Banca prevede sinergie complessive annue a regime nel 2010 per oltre 400 milioni di euro, oltre i 365 milioni stimati inizialmente a novembre, con oneri una tantum di integrazione per 390 milioni. Lo sviluppo dei ricavi vede poi un margine di interesse a 3.320 milioni di euro, con una crescita media annua composta del 7,2%, e commissioni nette a 1.683 milioni (6,3% annuo). A livello delle filiali, per altro, sono state individuati gli sportelli da cedere per adempiere agli impegni con l’Antitrust: si tratta di 61 filiali (24 a Bergamo e 37 a Brescia). Altri 140 nuovi sportelli verranno poi aperti nell’arco del piano.